BASKETBALL

Olimpia, ecco l'Olympiacos. Hines. "Dobbiamo alzare il livello"

Si gioca questa serara, martedì 17 ottobre, alle 20:45 al Mediolanum Forum

Getty

La prima partita interna della stagione europea arriva in ritardo, visto il rinvio della gara della scorsa settimana contro il Maccabi, ma rappresenta per l’Olimpia innanzitutto la possibilità di festeggiare Gigi Datome dopo tre anni in cui ha contribuito a cinque vittorie e al ritorno alle Final Four di EuroLeague del 2021. 

Datome verrà ammesso nella Hall of Fame del club. L'Olimpia affronta l'Olympiacos Pireo, la squadra che ha vinto la scorsa stagione la regular season ed era arrivata ad un tiro dal titolo europeo e la affronta prima di trasferirsi a Madrid e sfidare i Campioni d’Europa. Un programma tremendo per la prima settimana con due appuntamenti della stagione che segue la trasferta sfortunata di Istanbul, dove l’Olimpia – priva di tre guardie – ha perso solo dopo un tempo supplementare. Rispetto a quella gara torna in campo Devon Hall che permetterà una migliore distribuzione delle risorse sul perimetro e magari anche quintetti tradizionali. Restano out ovviamente Maodo Lo e Billy Baron. Infine, sarà anche la partita numero 393 in EuroLeague per Kyle Hines: non appena metterà piede in campo diventerà il giocatore con più presenze nella storia, superando definitivamente Paulius Jankunas. L’obiettivo successivo sarà diventare il primo giocatore con 400 presenze. 

Coach Ettore Messina ha spiegato: "Giochiamo contro i vice campioni d'Europa e quindi il livello delle motivazioni è estremamente alto, perché tutti ci terranno a mostrarsi adeguati a questo livello. Per noi sarà importante avere concentrazione per tutti i 40 minuti, la concentrazione necessaria per difendere, prendere i rimbalzi e in attacco passare la palla con precisione contro una difesa che sarà molto fisica. Il nostro obiettivo è continuare a crescere e farlo un passo alla volta per arrivare dove desideriamo arrivare. Sarà anche una giornata importante in cui vogliamo onorare Kyle Hines e la sua fantastica carriera".

E lo stesso Hines; "Sappiamo che partita aspettarci, conosciamo l'Olympiacos, è una squadra molto aggressiva e molto fisica. Per noi si tratta di alzare il livello della sfida che ci attende e pareggiare la loro fisicità e la loro aggressività. Veniamo da una sconfitta dolorosa a Istanbul dopo un tempo supplementare e chiaramente vogliamo riscattarci con una vittoria davanti alla nostra gente. Per quanto mi riguarda, il record rappresenta un grandissimo onore, di cui vado molto orgoglioso pensando a quanto grandi giocatori hanno giocato in questa competizione. Soprattutto da americano penso sia un risultato speciale di cui vado fiero".

Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente.