CALCIO

Europa League, 2-2 la gara tra Sturm Graz ed Atalanta: doppietta di Muriel

Termina la terza giornata del Gruppo D dell’Europa League, i nerazzurri restano al comando: l’Atalanta di Gasperini impatta per 2-2 in Austria nonostante la superiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo

Getty Images

Termina da pochi minuti la gara di Uefa Europa League tra SK Sturm Granz ed Atalanta: i nerazzurri, guidati da Gian Piero Gasperini, impattano in Austria con il risultato finale finale di 2-2. Nonostante non siano riusciti ad aggiudicarsi la terza vittoria europea consecutiva, i bergamaschi restano alla guida ed al comando del Gruppo D a tre distanze dagli avversari austriaci (attualmente secondi con 4 punti complessivi). Andiamo, nel dettaglio, a rivivere i momenti salienti ed i marcatori della gara.

 SK Sturm Granz-Atalanta: 2-2

Non partono nel migliore dei modi i bergamaschi: gli ospiti, dopo appena 13 minuti dal fischio d’inizio, si trovano sotto. Infatti, gli austriaci passano in vantaggio con la rete di Prass (complice anche una sfortunata deviazione di Toloi che spiazza totalmente l’estremo difensore Musso). I nerazzurri digeriscono la rete che ha aperto il match e, di puro orgoglio, pareggiano con Luis Muriel al minuto 34: il colombiano riceve palla sula trequarti campo, scarta l’avversario, entra in area e con il piatto scaglia in rete il pallone. Nei minuti di recupero del primo tempo, è prima Zappacosta a rendersi pericoloso (minuto 42) senza fortuna. Pochi minuti dopo, successivamente alla visione della VAR sui frutti del tiro di Zappacosta) arriva il calcio di rigore per i nerazzurri:il colombiano Muriel è freddo ed al 52esimo del primo tempo trova il modo per superare dal dischetto l’estremo difensore avversario. 

Il secondi tempo sorride nuovamente ai nerazzurri: i padroni di casa restano in dieci, complice l’espulsione di Hierlander (doppia ammonizione) su Ruggeri. Gli austriaci perdono il capitano e rimangono in inferiorità. Nonostante il match in pieno controllo, Kolasinac al minuto 79 concede un calcio di rigore per i padroni di casa dopo aver toccato il pallone con mano. La VAR valuta attentamente l’azione e sancisce il tocco del difensore nerazzurro. Dal dischetto si presenta Wlodarczyk (subentrato) che spiazza Musso e sigla in definitivo 2 a 2.

Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente.