UEFA president Aleksander Ceferin
Richard Juilliart - UEFA/Getty Images - UEFA president Aleksander Ceferin
CALCIO

UEFA, Aleksander Ceferin: "Stop agli Europei itineranti"

"Evento troppo complicato da gestire"

Esperimento fallito. Il presidente della UEFA conferma che un'edizione come quella di Euro 2020 non verrà ripetuta: "E' stato troppo complicato". Questo il commento secco del numero uno del calcio che ha escluso per il futuro un esperimento simile, non bloccando però le candidature congiunte.

Intanto nel 2024 gli Europei di calcio si disputeranno in un unico paese ospitante, ovvero la Germania. Già però a partire dall'edizione successiva, quella del 2028 c'è un'ipotesi interessante: il Regno Unito congiuntamente con l'Irlanda, hanno avanzato una richiesta formale, sfidando di fatto la Turchia.

"Al momento non riteniamo fattibile l’organizzazione degli Europei in 10-11 paesi: è stato già abbastanza complicato quanto fatto per Euro 2020. Con la pandemia è stato ancora più complicato. Facendo alcune considerazioni a livello sportivo: la Svizzera ha giocato una partita a Roma e poi a Baku, mentre alcune squadre hanno giocato sempre in casa. Chi non ha viaggiato e giocato in casa è finito in finale e questo concetto non ci piace per niente. E’ stata una buona idea visto che era il 60° anniversario degli Europei, ma la mia sensazione è che gli Europei dovrebbero aver luogo in uno o due paesi se parliamo di paesi più piccoli”.